MAURITIUS on the road tra spiagge da sogno, cascate e isole paradisiache. Un’isola ricca di risorse per tutti i gusti, dal lusso e relax all’avventura selvaggia nella natura incontaminata.

Un viaggio a Mauritius on the road è per fatto per conoscere tutti i segreti della piccola isola dell’Oceano Indiano, conosciuta per essere l‘Eden del pianeta Terra secondo lo scrittore Mark Twain.
Un’isola ancora molto naturale e non troppo antropizzata o turistica, per questo è il luogo in cui puoi trovare il giusto equilibrio tra te stesso e la natura che ti circonda. Le gradazioni di verde e dell’azzurro sono la costante di qualsiasi panorama, che tu sia sulla costa oppure tra le verdi e boscose colline.
L’isola fa parte del Commonwealth britannico ma la lingua parlata maggiormente è il francese. Non storcete il naso se alcuni nomi delle città sono metà inglesi e metà francesi, è buffo ma normale a Mauritius.

Kiwi vi propone un percorso adatto per una vacanza itinerante di 10-15 giorni, riportando le località da vedere e le attività da fare a Mauritius in una mappa.

1. ILE AUX AIGRETTE, BLUE BAY E LA CAMBUSE BEACH

A soli 15 minuti in macchina dall’aeroporto di Mauritius si trova un piccolo paradiso dall’acqua calda e chiara; Blue Bay è il posto ideale per un bagno in mezzo ai pesci tropicali. L’Amphiprion chrysogaster – alias pesce pagliaccio o Nemo – vi aspetta mentre si spazzola tra i tentacoli del’anemone.
Dietro l’angolo di Blue Bay si trova una delle spiagge più belle e scenografiche dell’isola, La Cambuse. In questo tratto di costa la barriera corallina è vicina alla terraferma creando l’habitat ideale per una maggiore biodiversità; è facile avvistare le tartarughe di mare Caretta caretta e Chelonia Mydas.
Per concludere, un po’ più a nord di questa laguna azzurra si trova Ile aux Aigrette, uno dei pochi posti dove vive libera nel suo habitat Geochelone gigantea, la tartaruga gigante di Mauritius. Ogni giorno vengono fatte delle escursioni guidate della durata di circa un’ora e mezza per scoprire l’isoletta.Mauritius mappa - Kiwi The ExplorerMauritius mappa - Kiwi The Explorer

2. COSTA SUD: PONTE NATURALE, SOFFIONE, SPIAGGIA GRIS GRIS E BEL OMBRE

La costa sud dell’isola è particolare per l’assenza della barriera corallina che negli anni ha portato alla creazione di conformazioni rocciose particolari, un esempio è il Ponte Naturale: una finestra rocciosa tra noi e l’oceano.
Un altro divertente fenomeno è il Soffione, in questa zona l’acqua dell’oceano entra all’interno dei pori della roccia vulcanica e viene gettata fuori energicamente creando una fontana d’acqua calda.
Spostandosi verso ovest si incontra la spiaggia di Gris Gris, una piccola spiaggia di sabbia bianca con una piccola laguna cristallina di fronte, è il sogno di tutti gli avventurieri.
Infine Bel Ombre è il posto ideale per i subacquei; dalla costa di questa cittadina partono le barche per le immersioni in mezzo alle tartarughe. Serve solo il brevetto per i 18m per realizzare il vostro desiderio.

Un post condiviso da la_baguette (@la_baguette) in data:

 

3. LA MORNE BRABANT E MACONDÉ

Percorrendo la strada per raggiungere il sito Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, la Morne Brabant, ci si trova in un tratto di strada in cui la curva è a 180°. Macondé è il nome di questo particolare percorso che segue la forma della costa; oggi è diventato uno dei siti più apprezzati dai fotografi per la sua unicità.
Morne Brabant è una montagna di roccia basaltica affacciata sul mare. Per la sua composizione nelle sue facciate ospita un’infinità di grotte dalle quali è possibile vedere panorami mozzafiato. Per la sua unicità geologica e biologica, è una delle ultime tre case dell’Hibiscus fragilis, UNESCO la iscrisse alla lista dei patrimoni mondiali da loro tutelati.

Un post condiviso da AM PHOTO CO (@amphotoco) in data:

4. LA VALLE DEI COLORI E ROCHESTER FALLS

Mauritius è una terra molto particolare, la sua origine è vulcanica ma la fascia climatica ha permesso lo sviluppo di una folta vegetazione. Alcune zone dell’isola sono rimaste spoglie e hanno permesso il contatto diretto tra l’aria, l’acqua e il suolo e l’ossidazione di molti elementi. Queste trasformazioni donano alla terra sfumature colorate di verde, blu, rosso, giallo, viola, arancione e marrone. Il parco della Valle dei Colori è un parco avventura in mezzo alla natura e può essere visitato in bici, a piedi o in quad.
Più a sud, verso la costa, si trovano le Rochester Falls: un susseguirsi di piccole cascate dove si può fare il bagno nelle fresche acque. Il percorso per raggiungerle non è semplice, si deve proseguire a piedi attraverso un sentiero sterrato e boschivo, ma alla fine si raggiunge una meraviglia.

Un post condiviso da @ych.6 in data:

5. CASCATA DI CHAMAREL, LA TERRA DEI 7 COLORI E LA RHUMERIA

Chamarel è uno dei punti più turistici dell’isola di Mauritius per la natura del suo territorio. In pochi chilometri passerete dalle coltivazioni di canna da zucchero e ananas alla una foresta tropicale ed infine ad una zona quasi desertica.
Chamarel è un piccolo paese nella zona interna dell’isola, che vive grazie alle meraviglie naturali che lo circondano.
La cascata di Chamarel si trova nel mezzo di una foresta, con i suoi 100m di dislivello è la più alta dell’isola. A pochi minuti dalla cascata si raggiungono le colline di terra colorata, scenografiche per i contrasti tra il verde della flora e il rosso della terra.
Per staccare un po’ dalla natura vi consiglio di assaggiare il Rhum dell’isola alla Rhumerie de Chamarel e di pranzare al Restaurant Le Chamarel, un ottimo ristorante con vista panoramica sull’Oceano. Mauritius mappa - Kiwi The Explorer Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

6. PARCO NAZIONALE DELLE GOLE DEL FIUME NERO

Il Parco Nazionale delle Gole del Fiume Nero ospita l’unica foresta di Ebano che non è stata sfruttata nei secoli dall’uomo. É una zona impervia e ancora vergine in cui la flora e la fauna endemiche di Mauritius riescono a crescere e svilupparsi; è anche la casa di molte specie di mammiferi – macachi e le volpi volanti – e di uccelli – colomba rosata e il gheppio.
Potete addentrarvi all’interno di questo sito patrimonio dell’UNESCO, facendo un’escursione di trekking nella zona di Ponte aux Piments.Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

7. GRAND BASSIN 

Uno dei laghi più grandi dell’isola è diventato il simbolo della cultura induista del paese. Sulla riva del lago sorgono grandi templi dedicati alle divinità di Brahama, Vishnu e Shiva.
Ogni anno a Febbraio il lago ospita la festa Maha Shivaratri – la notte di Shiva. La festa dura tre giorni e raccoglie migliaia di fedeli induisti attorno al Grand Bassin per pregare la divinità e portare doni. Facendo la passeggiata sulla riva del lago è facile incontrare i macachi di Mauritius, attenzione agli zaini, sono molto curiosi e soprattutto affamati.Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

8. DOMAINE DES 7 VALLÉES

Il parco ideale per gli amanti del trekking, dell’avventura e della scoperta. Un percorso vi porta alla scoperta di 7 cascate in mezzo alla fauna e alla flora della foresta tropicale. Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

9. TROU AUX CERFS 

AL centro dell’isola di Mauritius si trova il cratere di un vulcano spento da migliaia di anni, ma collegato al cratere della vicina isola della Réunion, oggi attivo.
Il cratere oggi è ricoperto da una fauna rigogliosa e nella conca centrale ospita un piccolo lago. Il punto panoramico si trova alla sommità del vulcano, ammetto che è una sensazione molto strana trovarsi così vicino al punto di fuoriuscita della lava.Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

10. COSTA OVEST: SPIAGGIA DI FLIC EN FLAC 

Flic en Flac, con tutta la sua estensione e bellezza è una delle spiagge più belle e famose dell’isola. Una lunga linea di sabbia bianca che al tramonto prende i colori rosati del sole. Un luogo incantato per un momento romantico o per scattare fotografie mozzafiato di Mauritius.

11. PORT LOUIS E ORTO BOTANICO DI PAMPLEMOUSSES

La capitale di Mauritius è Port Luis, una cittadina cosmopolita e primo porto commerciale dell’isola. Il suo piccolo centro è un concentrato di culture: templi induisti, chiese cattoliche, Chinatown e enormi grattacieli. Ogni volta che sposti lo sguardo ti sembrerà di essere in un posto diverso. Vi consiglio di visitarla la mattina durante il mercato e perdervi alla ricerca dei sapori e dei tessuti tradizionali dell’isola.
Nel pomeriggio spostatevi all’orto botanico di Pamplemousses, costruito attorno ad una bellissima casa creola. Il giardino ospita le piante dell’isola di Mauritius, flora tropicale e soprattutto la flora mascarena – piante delle isola Seychelles, Réunion e Madagascar.Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

Un post condiviso da Jeremy Ng (@jeremy.ng) in data:

12. COSTA NORD: TROU-AUX-BEACHES, GRAND BAIE, CAP MALHEUREUX, ANSE LA RAIE

Il viaggio on the road prosegue nella costa nord, in questo tratto di strada rimarrete senza fiato. Costeggiando il lungo mare troverete le spiagge più belle di tutta l’isola; bianche, lunghe, con le palme e l’acqua colore smeraldo, Grand Baie, Trou-aux-beaches e Anse la Raie sono le più famose.
Cap Malheureux vale la sosta, sembra di entrare in un quadro: una piccola chiesa bianca con il tetto rosso, appoggiata su un prato verde, si affaccia sulla candida spiaggia e sul mare azzurro. Si resta incantati dalla bellezza dei tenui contrasti.

Un post condiviso da Lorenziner (@_lorenziner_) in data:

13. COSTA EST: PARCO NAZIONALE BRAS D’EAU, SPIAGGIA DI POSTE LAFAYETTE E POSTE DE FLACQ

Le mangrovie, elemento essenziale per il mantenimento degli habitat tropicali, sono particolarmente sviluppate nella costa est dell’isola. Nel Parco Nazionale Bras d’Eau potrete avventurarvi tra queste strane piante lungo la costa e scoprire nuovi posti dove fare il bagno.
Le spiagge di Poste Lafayette e Poste de Flacq sono perfette per lunghe passeggiate in riva al mare. Mauritius mappa - Kiwi The ExplorerMauritius mappa - Kiwi The Explorer

14. ILE AUX CERFS

A Mauritius non c’è un posto più famoso dell’Isola dei Cervi; il canale d’acqua azzurra che separa i due lembi di sabbia corallina è uno dei punti più fotografati dell’isola. Passare una giornata in questo paradiso è quasi d’obbligo, alcune zone sono isolate e riuscite ad avere il vostro angolo di spiaggia libero.
I più coraggiosi possono volare con il parapendio sopra questa meraviglia della natura per scattare qualche foto dall’alto.Mauritius mappa - Kiwi The Explorer Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

15. GRAND RIVER SOUTH EST WATERFALL

Nella costa est sfocia uno dei fiumi più importanti di Mauritius, risalendo la foce in motoscafo potete andare vicino alla South-est River Waterfall.Mauritius mappa - Kiwi The ExplorerMauritius mappa - Kiwi The Explorer

16. MAHÉBOURG

Un piccolo paese lungo la costa est dell’isola, Mahébourg è famoso per il mercato cittadino che si tiene tutte le mattine vicino al lungomare; tra le bancarelle potete trovare tutte le pietanze tipiche della cultura mascarena, tessuti e prodotti tipici dell’isola, ai più deboli sconsiglio di avvicinarsi alle bancarelle di carne e pesce, l’odore è molto forte.Mauritius mappa - Kiwi The Explorer Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

16. DOMAINE DU CHASSEUR RESERVE

Un parco naturale perfetto per il trekking non troppo impegnativo; durante le passeggiate potete incontrare i cervi di Mauritius, i macachi e altre specie della fauna mascarena.Mauritius mappa - Kiwi The Explorer

Se sei ancora indeciso e vuoi capire se Mauritius fa veramente per te oppure vuoi avere maggiori informazioni e soddisfare qualche curiosità sull’isola, ti aiutiamo noi!

Valentina-Lovat-Kiwi-The-ExplorerArticolo di:
Valentina Lovat