EuropaIntervisteNorvegia

Aurore boreali e Hytte: Tromsø raccontata da chi ci vive

By 13/04/2018 Giugno 14th, 2019 No Comments

Alice vive a Tromsø da due anni e ha deciso di condividere con noi le esperienze indimenticabili che offre questa piccola isola norvegese. Si, tra queste c'è anche l'aurora boreale!

Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 8
Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 17 1100x1100
Alice

22 anni
Genuina, curiosa, entusiasta
Instagram

1. Secondo te qual è il periodo migliore per visitare questa zona della Norvegia?

Tutto dipende da cosa ti interessa vedere.
Tromsø è un’isola circondata dalle montagne, a 350 km nord del circolo polare artico. Se ti piace il freddo e la neve consiglio i mesi invernali, tra novembre-febbraio per una esperienza da “pinguini”. Il sole non sorgerà mai e nevicherà quasi ogni giorno. Se invece preferisci poterti abbronzare 24 ore al giorno e fare interminabili camminate in montagna o barbecue in mezzo ai fiordi, consiglio i mesi estivi.

Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 9Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 6

2. Pensando a Tromsø mi vengono in mente le aurore boreali: cosa si prova mentre si guarda questo strepitoso fenomeno naturale?

Le aurore sono il miglior spettacolo naturale esistente.
I locali sono così affezionati che quando sono in vacanza usano dire “quando riesci a rivedere le aurore, vuol dire che non sei poi così lontano da casa”.
Personalmente adoro fermarmi a guardarle e ritornare una bambina che si emoziona per le piccole cose; mi perdo a guardare le diverse forme e i giochi di colori che si formano nel cielo. Il colore cambia a seconda dell’intensità dell’attività solare presente inquietante del momento.

Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 2Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 1

Esistono molti siti web che indicano le previsioni delle aurore e dove scovarle anche durante una serata nuvolosa, ad esempio il sito ufficiale del turismo norvegese “Visit Norway“.

3. Quali sono le esperienze più belle che hai potuto vivere in questa città?

In due anni ho vissuto momenti indimenticabili, ma una delle esperienze più belle è stata il giro con il Kanu, una specie di canoa, attorno alcune zone dell’isola.
Altre esperienze indimenticabili che vi consiglio di fare sono la visita alla Festa del Cinema 
e un salto al Buktafestival che è un festival di musica norvegese molto apprezzato.

L’esperienza norvegese più bella in assoluto e da condividere con amici è quella di camminare in montagna fino a raggiungere delle casette private, chiamate “Hytte”. Arrivati in cima si possono organizzare tantissime attività! Vi do alcune idee: una gara di pesca nel lago ghiacciato, un barbecue, una partita di hockey sul ghiaccio, rilassarsi facendo la sauna oppure partecipare ad una festa. Alla fine l’importante è avere gli amici giusti e stare bene con se stessi, no?

Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 7

4. Quali sono i piatti tipici di questa zona nell’estremo nord dell’Europa?

L’alimento prediletto nella cucina nordica è la patata, cotta e mangiata in tutte le salse possibili. Un altro elemento onnipresente nella cucina norvegese è il salmone; molti allevamenti sono proprio di questa zona della Norvegia. 

Un piatto tipico famoso è il waffle con il brunost, un formaggio marrone dal sapore caramellato che si sposa a meraviglia con la pastella dei soffici waffle e la marmellata di fragole o di lamponi.
La Bolla invece è un panino dolce condito con l’uvetta o il cioccolato e speziato con il cardamomo.

Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 3

In generale i norvegesi amano tutto ciò che riguarda la cucina italiana, thai, indiana o messicana. A me va bene così perchè è relativamente semplice trovare un buon ristorante che cucini in modo tale che mi possa sentire un po’ a casa.

5. Perché hai deciso di trasferirti a Tromsø?

Ho deciso di trasferirmi a Tromsø quando ho concluso le superiori.
La decisione è nata perché durante gli studi, grazie al progetto Intercultura, ho trascorso un anno in un paese vicino Tromsø; in questa occasione ho avuto l’opportunità di imparare la lingua e iniziare a scoprire la cultura e il modo di vivere incentrato sul benessere che caratterizza questa terra scandinava.

Quando mi sono diplomata non avevo idea di cosa volevo fare nella vita, quindi ho deciso di trasferirmi e cercare lavoro a Tromsø.
In Norvegia, se un cittadino europeo lavora per due anni a tempo pieno, gli viene garantito un prestito dalla banca norvegese per sostenere gli studi. Pensate che se si passano determinati esami con determinati voti bisogna restituire solo il 60% del prestito fatto.
Io ho quasi finito questi due anni di lavoro e non vedo l’ora arrivi agosto per iniziare a studiare bioingegneria.
Per me è sempre stato importante cercare di  raggiungere la massima indipendenza economica il più presto possibile e riuscire a cavarmela da sola come sfida personale.
La Norvegia si è rivelata un gran bel trampolino di lancio per la mia vita da adulta.

Alice Pravato Tromso Kiwi The Explorer 8

Grazie Alice per averci raccontato il tuo nuovo stile di vita e le esperienze indimenticabili che offre questa piccola isola nel nord della Norvegia. Ci vediamo durante la prossima aurora boreale! 😉

Se vi piace il freddo dovete assolutamente visitare Tromsø almeno una volta nella vita. Se invece preferite la città Toronto vi sta aspettando!

Pubblicato il 13/04/2018
Valentina Lovat
Scritto da:

Valentina Lovat

Scrittrice di viaggi e natura, fotografa e amante del mare.

Scrivi Un Commento