Firenze in due giorni: le meraviglie da non perdere nella città degli artisti. Meravigliosi scorci, arte, architettura e cibo vi aspettano in questa meravigliosa città italiana.

Vi raccontiamo che è possibile visitare Firenze in due giorni e lasciarci un pezzo di cuore. A volte il tempo passa in fretta, a volte ci lascia assaporare ogni istante e sentirci parte della popolazione locale; ci siamo sempre chiesti perché privarsi dell’occasione di passare due giorni alla scoperta di una cultura culinaria e artistica così influente nella nostra vita. A volte un weekend fuori porta può stravolgere il nostro stile di vita e Firenze ha influenzato il nostro.

Come muoversi per la città in due giorni?

Per spostarsi semplicemente in città è utilizzare i mezzi pubblici del servizio ATAF oppure noleggiare una macchina con Enjoy per raggiungere i luoghi più remoti. Se si è attivi e disposti a camminare abbastanza la città di Firenze in due giorni può essere vissuta almeno nelle sue zone principali.

Cosa vedere?

1.PIAZZA DEL DUOMO

Il complesso del Quattrocento, caratterizzato dal Duomo, dal campanile di Giotto e dal Battistero di San Giovanni, rappresenta una delle opere architettoniche più importanti al mondo. La cupola, progettata da Brunelleschi e affrescata da Giorgio Vasari e Federico Zuccari, è visibile dalla zona rurale di Firenze e rappresenta la potenza e l’importanza che aveva la città di Firenze nel periodo rinascimentale.
L’alternanza dei marmi chiari di Carrara, verdi di Prato e rossi della Maremma rappresenta una delle caratteristiche che accomuna le principali architetture nella costa ovest della penisola; è un filo conduttore che ti accompagna in un viaggio on the road nelle regioni dell’Italia centrale che può partire proprio dalle città principali della Toscana come Pisa.
La vista dalla sommità del campanile è una meraviglia, i 400 gradini fatti vi sembreranno una passeggiata grazie al panorama sui tetti rossi di Firenze.

Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer

Visitare il Duomo, il campanile, la cupola e il battistero ha un prezzo complessivo di €18, vi consigliamo di prenotare il biglietto di ingresso online, soprattutto se il vostro viaggio sarà in un weekend.

2. PIAZZA DELLA REPUBBLICA

Da bambini tutti siamo rimasti affascinati dai carillon e dai caroselli dell’inizio del 1900 perché ci incantavano con la loro musica e ci facevano sognare luoghi fatati. In questa piazza c’è una delle giostre più belle perché è in una cornice speciale; l’arco di trionfo alle sue spalle e la piazza che pullula di artisti di strada e esibizioni temporanee.

Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer

3. BASILICA DI SANTA CROCE

Devo ammettere che questo luogo è uno dei miei preferiti della città. La Basilica sorge su una piazza ampia e rettangolare circondata da panchine in marmo in cui puoi sederti e osservare cosa succede attorno a te. La mente vaga e immagina le storie delle persone che camminano rilassate o in affanno, con una cartina della città in mano oppure una buona schiacciata presa nell’osteria della via affianco.
Questa piazza è magica ed è sorvegliata tutto il giorno dalla statua candida di Dante Alighieri, che dall’angolo della Basilica osserva immobile con sguardo severo la vita che scorre.

Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer 13

4. QUARTIERE SAN NICCOLÒ E SAN FREDIANO

Questi quartieri di Firenze sono le nostre zone preferite perché ancora abbastanza lontane dal turismo di massa, innovative e frizzanti. In questi quartieri si sviluppa la street art più bella della città grazie alle opere di Clet e Blub.
Clet Abrham, artista francese ma fiorentino di adozione, ha il suo studio proprio nel quartiere San Niccolò, trovi la posizione nella mappa della città all’inizio dell’articolo.
Clet è famoso per cambiare l’aspetto dei cartelli della segnaletica stradale con uno sfondo di ironia. Le sue opere si trovano in molte zone della città di Firenze e in altre città, ad esempio a Londra e Milano.
Blub invece è un artista che da una nuova vita ad importanti personaggi contemporanei e storici disegnandoli immersi nell’acqua con una maschera da sub sul viso nel progetto “Blub – l’arte sa nuotare“. Le sue opere le potete trovare in molti sportelli delle centraline del gas e dell’elettricità in giro per la città.

Firenze in due giorni Kiwi The Explorer 7-1

5. PIAZZA DELLA SIGNORIA 

Non puoi vedere Firenze senza passare per Piazza della Signoria dove si affacciano Palazzo Vecchio e la Loggia dei Lanzi.
Palazzo della Signoria è uno dei più belli della città, gratuitamente potete visitare il cortile interno progettato da Giorgio Vasari e affrescato da più mani di artisti del Cinquecento. Gli affreschi sono fantastici e riproducono incredibili mappe delle principali città dell’Impero degli Asburgo, dettaglio molto affascinante per chi ama viaggiare.

Firenze in due giorni - Kiwi The ExplorerFirenze in due giorni - Kiwi The Explorer Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer

6. PIAZZALE MICHELANGELO E ABBAZIA DI SAN MINIATO AL MONTE

Visitando Firenze in due giorni non potete perdere il panorama della città vista dall’alto è uno spettacolo unico al mondo. Il complesso candido del duomo sorge in mezzo a migliaia di tetti rossi in terracotta perfettamente conservati.
Un paesaggio armonioso di una città che ha visto sorgere centinaia di artisti e ancora oggi lascia spazio all’arte e alla dolce vita nelle verdi colline limitrofe.

Firenze in due giorni Kiwi The Explorer 7-1

Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer

7. GIARDINO DELLE ROSE

Uno dei luoghi più incantevoli in primavera è il Giardino delle Rose nella zona Oltrarno, a 5 minuti a piedi da Piazzale Michelangelo. Il giardino, ricco di fiori profumati e coloratissimi, è un posto rilassante, ideale per leggere un libro o rilassarsi al sole guardando la città dall’alto immersa nel verde.

Firenze in due giorni Kiwi The Explorer 7-1

8. PONTE VECCHIO

Il posto dove perdersi tra arte, artigianato, colori, natura e artisti di strada. Uno dei tramonti più belli l’abbiamo visto proprio qui, seduti in una sponda dell’Arno con vista su Ponte Vecchio.Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer

 

9. GALLERIE DELL’ACCADEMIA E GALLERIA DEGLI UFFIZI

Firenze in due giorni non si conosce senza vedere la Galleria degli Uffizi e le Galleria dell’Accademia. Questi due luoghi da soli raccontano quasi più storia della città stessa. Sono le gallerie del tripudio dell’arte italiana e dove ti senti più coinvolto e emozionato e perdi il senso del tempo guardando un quadro o una statua.

Firenze in due giorni - Kiwi The Explorer

In entrambi i casi per accedere alle Gallerie d’Arte vi consigliamo di prenotare il biglietto online per evitare di fare la coda e stressarsi inutilmente.

Galleria dell’Accademia:    galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it
Galleria degli Uffizi:            uffizi.it

10. PALAZZO PITTI E GIARDINO DEI BOBOLI

Palazzo Pitti è uno dei posti più caratteristici della città di Firenze, soprattutto per gli amanti della moda e delle calzature. Il palazzo, antica residenza del Granducato di Toscana, oggi è uno dei principali poli museali della città, centro culturale e sede di eventi occasionali come sfilate e mostre temporanee.
Dalla zona laterale del palazzo si accede al Giardino di Boboli, uno dei giardini all’italiana più belli; ricco di fontane, spazi verdi, aiuole curate e un panorama unico sulla città e ponte vecchio.

Dove mangiare?

Per un pranzo al volo o uno sfiziosissimo tagliere toscano non potete saltare l’appuntamento all’Osteria all’Antico Vinaio. Questo localizzo molto caratteristico è uno dei più consigliati a Firenze, proprio per questo motivo ha sempre molta coda fuori. Il tempo di attesa non è lungo e permette di scegliere la combinazione dei condimenti perfetti per la vostra schiacciata. Se si vuole mangiare un tagliere di salumi vi consigliamo di prenotare per evitare di attendere una volta arrivati.

Per una cena con piatti toscani ci è piaciuto molto il menù proposto dall’Osteria del Cinghiale Bianco. Un locale molto tradizionale che serve porzioni abbondanti e molto gustose. Noi abbiamo ordinato la pappa al pomodoro e la ribollita; eravamo ancora pieni dalla schiacciata del pranzo ma vi assicuriamo che tutti i piatti che passavano avevano un profumo strepitoso.

Firenze è una città abbastanza grande e soddisfa tutti i gusti, noi vi consigliamo i posti che abbiamo provato e che sono riusciti a soddisfare il nostro palato girando Firenze in due giorni soltanto 😉

Qual è il posto preferito di Fede?

La vista dall’Abbazia di San Miniato al monte perché si può ammirare la città dall’alto compreso il complesso del Duomo e ti porta lontano dal caos cittadino, questo momento di quiete riesce a far apprezzare al meglio l’aspetto artistico della città anche se si visita Firenze in due giorni.
Il piccolo e inaspettato Giardino delle rose è un quadro della città che non ti aspetti. Si trova nel quartiere dell’Oltrarno ma la prospettiva del panorama fa sembrare di essere in centro città.

Qual è il posto preferito di Vale?

Il quartiere di San Niccolò ti allontana dai turisti e dalle attrazioni principali, ti fa sentire parte della realtà artistica di Firenze.
Il Giardino delle rose è un posto romantico, sembra di stare all’interno di un’opera di Brunelleschi. Una prospettiva perfetta che illude l’osservatore: pensi di essere in centro città invece sei dall’altra parte del fiume circondato da un prato verdissimo e fiori colorati.

 

Valentina-Lovat-Kiwi-The-ExplorerArticolo di:
Valentina Lovat